Yule, Il Natale e le sue origini pagane

Il Solstizio d’inverno si verifica sempre tra il 20-23 dicembre e segna l’inizio dell’inverno, di fatti è il giorno più corto dell’anno, questo giorno è stato riconosciuto e celebrato per milioni di anni da antichi popoli di tutto il mondo.Si dai tempi in cui non si conosceva l’astrologia ma solo la parte “spirituale” delle stagioni, questo giorno veniva considerato un giorno sacro.

yule-cernunnos-mondo-degli-spiriti

Per i Romani questo giorno era dedicato al dio Saturno, dio dell’agricoltura e del raccolto, da cui la festa prende il nome Saturnalia. In questo giorno si festeggiava la rinascita interiore e la crescita spirituale, nonché la rinascita del Sole.

E’ nelle terre norrene però che il “Natale” prende le sue origini e le sue tradizioni. Il termine Yule, al quale i pagani fanno rifermento, deriva dal termine norreno “hjòl” che significa ruota, riferendosi quindi alla ruota dell’anno, o alla ruota della vita, intenso anche come “ciclo”, il ciclo delle stagioni, il ciclo di morte e rinascita, a cui sia noi che la natura siamo soggetti.

E’ in questo giorno che gli antichi popoli, ed oggi i pagani che seguono l’antica religione, festeggiano la rinascita del Sole, il Sole che piano piano inizia nuovamente a scaldare la Terra, Terra che in seguito grazie ad esso germoglierà e porterà i suoi frutti. In questo giorno i pagani onorano la Dea che dopo aver portato in grembo il Dio, partorisce.

Dobbiamo quindi riflettere e capire che ogni simbolo che il Natale oggi possiede ha origine dal sabba di Yule;
l’albero di Natale che oggi amiamo tanto addobbare, deriva dalla tradizione pagana che prevedeva l’abbattimento di alberi sempre verdi, che in seguito venivano portati nelle case, per essere decorati con i simboli della stagione. Inoltre gli alberi sempreverdi venivano considerati magici e quindi di buon auspicio proprio per il fatto che essi anche nel periodo invernale, a differenza di altri alberi non riposano;
le luci che illuminano le nostre case nel periodo natalizio, derivano dall’usanza pagana di accendere infinite candele per onorare il dio Sole e portare calore nei mesi più freddi;
– anche il presepe che si pensa sia esclusivamente una tradizione cristiana, deriva dai popoli pagani, che erano soliti allestire il loro altare con i simboli del Dio e della Dea;
– l’idea della Madonna che partorisce il bimbo Gesù, come potete ben capire è stata “presa in prestito” dalla tradizione pagana, dove la Dea partorisce il Dio Sole.

E’ quindi giusto recriminare ai pagani che non dovrebbero festeggiare il Natale, non essendo cristiani? Non sarà forse il contrario?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...