Comunicazione spiritica con lo spirito d’Oriente, Padiel

Oggi condividerò una comunicazione spiritica fatta con Padiel, secondo re d’oriente. Come sempre abbiamo stilato delle domande per conoscere in generale la natura della spirito: chi è realmente, di cosa si occupa e come può aiutare noi incarnati. Su questa tipologia di spiriti si trovano davvero poche informazioni in giro, quindi tutto quello che leggerete è frutto della seduta spiritica fatta da noi con Padiel in “persona”.

padiel evocazione ouija mondo degli spiriti

Continua a leggere

3° Comunicazione spiritica con uno spirito planetario evoluto

Oggi condividerò una comunicazione spiritica con uno spirito inviatomi dopo una richiesta ad uno dei 7 spiriti che governano i pianeti, chiamati anche spiriti “capo” ,nel caso specifico Hagith . Alcune domande sono standard cioè sono domande di cui conoscevo la risposta ma che pongo a tutti gli spiriti con cui comunico per analizzare le differenze nelle loro risposte.

tattoo hagith sprito capo superiore tavola ouija comunicazione serpente

Continua a leggere

Comunicazione spiritica con uno spirito defunto

Oggi condividerò una comunicazione spiritica da me effettuata con lo spirito di un defunto non da me chiamato ma che si è presentato a me e di sua volontà ha voluto comunicare. Riporterò interamente la conversazione, anche le parti in cui le risposte non sono state chiare, molto spesso le risposte non sono nella nostra lingua. Molte domande sono standard cioè sono domande di cui conoscevo la risposta ma che pongo a tutti gli spiriti con cui comunico per analizzare le differenze nelle loro risposte.

mondo degli spiriti tav
Continua a leggere

Comunicazione spiritica con uno spirito planetario evoluto

Oggi condividerò una comunicazione spiritica con uno spirito inviatomi dopo una richiesta ad uno dei 7 spiriti che governano i pianeti, chiamati anche spiriti “capo” ,nel caso specifico Hagith. Alcune domande sono standard cioè sono domande di cui conoscevo la risposta ma che pongo a tutti gli spiriti con cui comunico per analizzare le differenze nelle loro risposte.

mondo-degli-spiriti-tavola-ouija

Continua a leggere

Terza comunicazione spiritica fatta con uno spirito defunto

Oggi condividerò una comunicazione spiritica da me effettuata con lo spirito di un defunto non da me chiamato ma che si è presentato a me e di sua volontà ha voluto comunicare. Riporterò interamente la conversazione, anche le parti in cui le risposte non sono state chiare, molto spesso le risposte non sono nella nostra lingua. Molte domande sono standard cioè sono domande di cui conoscevo la risposta ma che pongo a tutti gli spiriti con cui comunico per analizzare le differenze nelle loro risposte.
Continua a leggere

Seconda comunicazione spiritica fatta con uno spirito defunto

Oggi condividerò una comunicazione spiritica da me effettuata con lo spirito di un defunto non da me chiamato ma che si è presentato a me e di sua volontà ha voluto comunicare. Riporterò interamente la conversazione, anche le parti in cui le risposte non sono state chiare, molto spesso le risposte non sono nella nostra lingua. Molte domande sono standard cioè sono domande di cui conoscevo la risposta ma che pongo a tutti gli spiriti con cui comunico per analizzare le differenze nelle loro risposte.
Continua a leggere

Comunicazione spiritica: la mia esperienza con uno spirito defunto

Oggi condividerò una comunicazione spiritica da me effettuata con lo spirito di un defunto non da me chiamato ma che si è presentato a me e di sua volontà ha voluto comunicare. Riporterò interamente la conversazione, anche le parti in cui le risposte non sono state chiare. Molte domande sono standard cioè sono domande di cui conoscevo la risposta ma che pongo a tutti gli spiriti con cui comunico per analizzare le differenze nelle loro risposte.
Continua a leggere

Comunicare con i defunti: cosa provochiamo

Molte volte ci sarà venuto in mente di cercare di comunicare con i nostri cari defunti, sia attraverso mezzi propri che attraverso un tramite, cioè un medium, ma è possibile farlo? E sopratutto è giusto?
Per rispondere a questa domanda dobbiamo guardare le cose da varie prospettive. In condizioni normali, cioè se la persona non ha avuto una morte improvvisa o una morte particolarmente violenta, prima di risvegliarsi nel piano a lei più consono, passa un periodo di incoscienza, simile ad un dolce sogno, questo avviene per evitare sopratutto allo spirito del defunto di dover ulteriormente soffrire guardando il dolore dei propri cari.
Continua a leggere