Utilizzare lo specchio e la coppa d’acqua come portali attivi

Abbiamo molti modi di comunicare con le entità e abbiamo molti altri per vederle con i nostri occhi o con gli occhi della mente. Il miglior modo per vedere e comunicare con l’entità è aprire un portale. Aprire un portale significa permettere ad un’entità, evoluta (come un arcangelo) o meno, di attraversare i piani astrali fino ad entrare “fisicamente” nella nostra stanza, ciò non vuol dire che sicuramente vedremo l’entità nella sua forma poiché dipende dal nostro grado di sviluppo psichico ma potremo sicuramente sentire la sua presenza, comunicare con essa attraverso la tavola ouija o vederla e comunicare con essa entrando in uno stato di coscienza alterata.

specchio-acqua-portale-magico

Continua a leggere

Gamaliel, Samael, A’arab zaraq : Conoscere il lato oscuro della nostra anima

lato-oscuro-animaIl nostro scopo nella vita e in tutte quelle passate e quelle che ancora verrano è evolvere la nostra anima, ma per evolvere la nostra anima dobbiamo cambiare, modificarci, plasmarci piano piano in esseri sempre più puri e divini. Dobbiamo quindi distaccarci dai beni materiali e dai piaceri terreni, dobbiamo operare sempre a fin di bene verso noi stessi e verso gli altri, ma sopratutto dobbiamo imparare a conoscere noi stessi e il primo passo per conoscere se stessi è entrare in profondità, nella parte più buia, oscura e nascosta della nostra anima.
Continua a leggere

I sogni premonitori: significato e origine

I sogni sono solo frutto della nostra mente?  Un impulso involontario del nostro cervello agli stimoli esterni? O si nasconde qualcosa di più dietro i sogni che facciamo? Pensiamo ai sogni premonitori, ai sogni con i defunti, al fatto che per anni si è cercato di studiare la simbologia dei sogni.sogni-mondo-degli-spiriti

 

 

Continua a leggere

L’uomo ed i suoi veicoli astrali

I veicoli astrali dell’uomo

corpiOltre al corpo fisico, quello che noi vediamo e che è soggetto a nascita e morte, esistono altri “veicoli” che il nostro spirito usa per spostarsi nei vari piani, ciò è possibile a seconda dell’evoluzione dello spirito. Più lo spirito è evoluto più il suo veicolo sarà meno denso e cioè più “leggero” , e di conseguenza gli sarà possibile accedere ai piani più alti. Immaginiamo come se ad ogni passo evolutivo che fa il nostro spirito essi si “spogliasse” di uno di questi involucri fino ad utilizzare il veicolo divino che di conseguenza lo farà salire sul piano corrispondente.
La possibilità di utilizzare questi involucri ed esplorare questi piani non è riservata solo agli spiriti che ormai hanno lasciato in maniera permanente il proprio corpo fisico (con la morte) ma anche a chi il corpo fisico lo ha ancora e questo può avvenire in due modi, attraverso il viaggio astrale ed attraverso i sogni.